10 novembre 2013 | Posted in Pubblicazioni


La ricerca di Fornari ha utilizzato i concetti di negazione e proiezione sul nemico per “spiegare” la guerra. Lo schema kleiniano delle due posizioni difensive legittima sia l’attacco all’altro come nemico (posizione schizoparanoide) sia la sua impossibilità (posizione depressiva) a causa dei conseguenti, inevitabili, sensi di colpa. Nel setting individuale tramite l’elaborazione transferale e contro-transferale tale schema interpretativo sembra funzionare. Il suo trasferimento nell’analisi dei rapporti internazionali rivela tutta la sua impotente problematicità.

Continua a leggere –>